ll progetto de La Nazione per i lettori di domani

Scuola Secondaria di I grado Radicondoli di Radicondoli (SI) - Pluriclasse 1-2-3M

Ma com’è vivere a Radicondoli?

Ce lo siamo chiesto e così abbiamo scelto di raccontarlo partendo dalla scuola. Abbiamo la pluriclasse

Ce lo siamo chiesto tra di noi e così abbiamo scelto di raccontarlo partendo dalla scuola, perché la scuola è un momento importante della nostra vita e perché la scuola a Radicondoli è particolare. Sì, perché noi abbiamo la pluriclasse!!! Matilde (1M): «La mia scuola è molto piccola infatti la nostra è una pluriclasse: 1^-2^-3^ M. Stare in una pluriclasse è come stare nel bel mezzo di un branco di rinoceronti impazziti: c’è chi urla, chi salta, chi disegna. Io vivo la pluriclasse in modo spassoso e divertente perché a me piace stare in compagnia con gli altri miei amici e poi, abitando in un piccolo paese, ci si conosce tutti molto bene. Essendo in pluriclasse abbiamo un enorme vantaggio: i professori sono ‘tutti per noi’ cioè ci danno molta attenzione e, se non capiamo una cosa, ce la rispiegano più volte; hanno molta pazienza!!! Al di fuori dell’ambiente scolastico molti di noi ragazzi suonano uno strumento e frequentano la Scuola di musica del ‘Convento dell’Osservanza’. Io, per esempio, suono il violoncello da 6 anni. Lì si può suonare ogni tipo di strumento, dagli archi, ai fiati, alle tastiere… Noi ragazzi amiamo questo paese, soprattutto d’estate, quando giochiamo insieme a nascondino e, con tutti questi vicoletti, spesso le partite durano tantissimo perché non riusciamo a trovarci! Una cosa che mi piace particolarmente di questo Paese sono le persone, soprattutto quelle anziane che sono nate qui e, pur essendo un piccolo paese, ci sono rimaste fino alla vecchiaia, perché sono per me un bell’esempio. Essendo pochi però una cosa è certa: se non vuoi far sapere qualcosa scordatelo.. per esempio, non vuoi far sapere che hai preso un bel voto a geografia e quando esci da scuola lo sa già mezzo paese!!!” Ruggero (3M): “La scuola di Radicondoli per chi viene da grandi città è molto particolare da diversi punti di vista; il primo, e anche il primo che salta all’occhio, è la quantità di studenti, infatti nelle medie (3 classi) ci sono solo 15 alunni di cui 7 nella prima, 1 nella seconda e 7 nella terza.

Dal punto di vista degli alunni essere in pochi in classe è vantaggioso per l’apprendimento, ma meno vantaggioso dal punto di vista sociale poiché c’è una minore scelta di amici e c’è anche una minore competitività nei confronti dell’apprendimento e dello studio. Dato che Radicondoli è uno dei paesi più ricchi d’Italia e grazie anche alla scarsa quantità di alunni, la scuola è provvista anche di Ipad e computer per ogni alunno, permettendo così agli studenti di poter approfondire gli argomenti di studio e fare ricerche. Infatti usiamo molto spesso i tablet anche a lezione»

Votazioni CHIUSE
Voti: 10

Pagina in concorso