ll progetto de La Nazione per i lettori di domani

Scuola Primaria Colombo di Ponzano di Empoli (FI) - Classe 5A

Vandali in azione nella nostra scuola

Alcune persone sono entrate e hanno sfregiato ambienti interni e, nel giardino, appiccato un incendio

Come tutti sanno il sabato e la domenica la scuola Primaria è chiusa, ma delle persone sono entrate lo stesso anche se non avrebbero dovuto. Volevano forse studiare? No, ma hanno fatto dei dispetti infantili che potevano anche diventare gravi e pericolosi. Domenica 30 gennaio, intorno alle 3 del mattino, sono entrati dei vandali nella scuola Colombo, di Ponzano. Sono entrati nella nostra bella scuola ed hanno fatto delle cose molto brutte e strane. Intanto sono riusciti ad entrare forzando una finestra, l’allarme sembra sia suonato per molto tempo e poi, forse, si è scaricato.

Non hanno fatto danni all’interno, ma dei dispetti: hanno imbrattato un muro con la tempera, spostato dei quaderni, mangiato dei biscotti e anche un formaggino. «Nel mio armadietto c’era del formaggio spalmabile che hanno spiaccicato sul mu-ro», questo ha detto Elisa una delle signore della mensa intervistata da Chiara.

Il danno più grosso però lo hanno fatto fuori: hanno dato fuoco a dei cassonetti vicino alla serra della scuola dell’infanzia l’incendio ha provocato un buco, subito aggiustato, e poi hanno bruciato anche la compostiera vicino allo spazio dove teniamo il materiale dell’orto. Daniele, un nostro compagno, ha trovato, vicino a dove si trovava la compostiera, un biglietto del treno Firenze-Firenze Rifredi, della notte fra sabato e domenica. Tutti ci chiediamo se può avere a che fare con i vandali.

Tutti noi ci domandiamo il perché dell’accaduto e ci siamo dati diverse risposte: erano ragazzi che volevano farsi notare (volevano fare i fighetti?), che si volevano vendicare di qualcosa, forse del fatto che quando andavano a scuola prendevano tante note e brontolate?.

Niente però giustifica l’accaduto, perché è una cosa molto, molto grave e ancora ci chiediamo perché l’abbiano fatto. La nostra è una bella scuola con un grande giardino dove ci possiamo divertire. Ci auguriamo che non succeda più e che smettano di fare queste cose e speriamo che la polizia indaghi, riesca a trovarli e li punisca facendo loro pagare i danni, facendo chiedere scusa alla scuola e farli lavorare a risistemare quanto fatto. Questi atti di vandalismo succedono anche fuori dalla scuola perché in questi tempi alcuni ragazzi si mettono insieme facendo delle baby gang, raccontando bugie ai loro genitori e danneggiando le cose di tutti, negli spazi di tutti.

Per questo motivo ci vorrebbero più controlli, per migliorare la sicurezza, utilizzando anche la tecnologia, ma si dovrebbe spiegare ai genitori che devono istruire i loro figli, educarli alla gentilezza, a non usare le mani, ma sempre le parole ed al rispetto delle cose altrui.

Votazioni CHIUSE
Voti: 4

Pagina in concorso